Salute e sicurezza

News

Recepimento Direttiva EURATOM

Titolo Norma: RECEPIMENTO DELLA DIRETTIVA 2013/59/EURATOM:MO DIFICA ART. 180 Comma 3 TU 

 

Contenuti significativi: 

Il recepimento della direttiva 2013/59/Euratom: 

  1. stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall'esposizione alle radiazioni ionizzanti, 

  2. abroga le direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 97/43/Euratom e 2003/122/Euratom riordino della normativa di settore in attuazione dell'articolo 20, comma 1, lettera a), della legge 4 ottobre 2019, n. 117. 

E, inoltre, all’art. Art. 244 prevede la Modifica dell'articolo 180, comma 3, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 come segue: «3. La protezione delle radiazioni ionizzanti è disciplinata, nel rispetto dei principi di cui al titolo I, dalle disposizioni speciali in materia». 

 

Da questa nuova normativa deriva la necessità di elaborare un documento, ottenere una nuova autorizzazione, adeguare impianti o attrezzature esistenti?  

Questo recepimento stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall'esposizione alle radiazioni ionizzanti, e che abroga le direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 97/43/Euratom e 2003/122/Euratom e riordino della normativa di settore in attuazione dell'articolo 20, comma 1, lettera a), della legge 4 ottobre 2019, n. 117. 

E' necessario aggiornare la VR delle radiazioni ionizzanti, e successivo aggiornamento del Documento di Valutazione dei rischi (per le aziende che hanno radiazioni ionizzanti) 

 

Ci sono ripercussioni su altri documenti? 

Aggiornamento del Documento di Valutazione dei rischi (per le aziende che hanno radiazioni ionizzanti) e relative procedure 

 

Cosa possono fare per la tua azienda i tecnici ERSG?

verificare l'esposizione dei lavoratori o di individui della popolazione al radon in ambienti chiusi, all'esposizione esterna dovuta ai materiali da costruzione e ai casi di esposizione prolungata dovuta agli effetti di un'emergenza o di un'attività umana del passato. 

Fare i campionamenti per individuare la concentrazione nel tempo di radon.

Consigliare l'esperto di radioprotezione, e collaborare con lui per la stesura del DVR specifico.

Aggiornare il DVR generale 

 

Ripercussioni legali

Possibili ripercussioni sulla responsabilità dell’Azienda, come da D.Lgs 81/08